Dove si trova e come aprirlo?

Sì, anche se non ha lo stesso nome, i Mac hanno un equivalente al Task Manager di Windows e in questo articolo voglio dirvi tutto su di esso: dove si trova, come aprirlo e anche mostrarvi tutte le possibilità di questo strumento che vi aiuterà a conoscere tutto ciò che accade sul vostro computer macOS, così come un piccolo trucco che potrebbe essere molto utile per voi.

Il Task Manager di Mac si chiama Monitoraggio dell’attività ed è uno strumento che è incluso nativamente in tutte le versioni di macOS. Grazie a questa applicazione, è possibile vedere tutti i processi che sono in esecuzione sul computer e, inoltre, conoscere i dati esatti sul loro consumo di CPU, memoria (RAM), energia, disco e rete.

Con tutte queste informazioni, sarete in grado di rilevare i problemi che causano un calo delle prestazioni, forzare la chiusura delle applicazioni che falliscono per qualsiasi motivo, individuare i programmi in esecuzione che non dovrebbero essere lì (malware o virus). In breve, il monitor di attività di macOS potrebbe essere considerato il alternativa al Task Manager di Windows a cui di solito si accede con la famosa scorciatoia da tastiera Control + Alt + Delete.

Come aprire il Monitoraggio delle attività

Come per molte altre applicazioni installate su un Mac, ci sono diversi modi per aprire Activity Monitor. Sono tutti validi, e potete usare quello che funziona meglio per voi.

Forse il più rapido e diretto è utilizzare Spotlight per questo. In questo caso tutto quello che dovete fare è premere la combinazione di tasti Comando + Spazio, digitare Activity Monitor nella casella di ricerca e premere Invio per aprire l’applicazione. Invece di usare la combinazione di tasti, puoi anche cliccare sulla lente d’ingrandimento nell’angolo in alto a destra dello schermo per far apparire il browser.

Come aprire il Monitor di attività di macOS

Un’altra opzione è quella di andare direttamente alla cartella Applicazioni. All’interno di esso ne troverete un altro chiamato Utilità e all’interno di esso avrete un’icona che rappresenta il Monitoraggio delle attività e per aprirlo dovrete solo fare doppio clic su di esso.

L’ultima opzione per aprire il programma è accedere a Launchpad e poi alla cartella Other. All’interno troverete anche un’icona che vi permetterà di aprire direttamente l’applicazione.

Naturalmente, se volete avere un accesso più rapido all’applicazione, potete trascinare la sua icona sul Dock e poi l’avrete sempre a portata di mano per aprirla con un semplice clic.

Quali informazioni ci fornisce il gestore di attività

Ora che sapete cos’è e come aprirlo, è il momento di scoprire tutti i possibilità che offre l’alternativa a Task Manager che è disponibile in macOS.

Nelle sezioni seguenti andrò oltre le informazioni che possono essere ottenute in ciascuna delle schede della finestra principale di Activity Manager.

CPU

Scheda CPU di macOS Activity Monitor

Questa è forse la scheda più importante, ed è per questo che Apple l’ha messa in cima. In questa scheda è possibile vedere la % di utilizzo della CPU che ogni applicazione sta facendo in tempo reale. Grazie a queste informazioni sarete in grado di rilevare, per esempio, se un’applicazione è consumare troppa CPU e quindi il computer risponde lentamente o pesantemente.

Ma si possono anche vedere altri dati importanti come il tempo della CPU, i thread attivi, il consumo in percentuale della GPU o il suo PID (l’identificatore numerico che corrisponde ad ogni processo), ecc.

Inoltre, in questa scheda, come in tutte le altre, potrete vedere un grafica che mostra informazioni generali sul sistema come il numero totale di thread, la percentuale di utilizzo della CPU del sistema e le applicazioni aperte dagli utenti, e grafici che vi aiuteranno a capire meglio il consumo in qualsiasi momento.

Memoria

Consumo di memoria su Mac

Nella seconda scheda è possibile vedere le informazioni relative al consumo di memoria RAM di ogni processo aperto sul computer. Un’altra informazione molto utile se in qualsiasi momento trovate che il vostro computer funziona troppo lentamente e sospettate che possa essere dovuto a una mancanza di memoria.

Inoltre, sarete anche in grado di vedere il numero di thread di ogni applicazione aperta, le porte utilizzate, il PID e anche il utente che ha aperto ogni applicazione.

Infine, nella parte inferiore dello schermo, è possibile vedere informazioni più generali come un grafico dell’utilizzo della memoria o dati come la memoria totale installata, la memoria utilizzata, la quantità di file nella cache, ecc, ecc….

Energia

Scheda Alimentazione del Task Manager di macOS

Questa scheda è particolarmente utile se si utilizza un computer portatile e si vuole ottimizzare la sua autonomia. Da qui si può vedere l’impatto energetico di ciascuna delle applicazioni aperte sul computer e chiudendo quelle che consumano più energia si può far funzionare il computer in modo più efficiente. la batteria dura più a lungo (naturalmente, se sono applicazioni sacrificabili).

Sarete anche in grado di vedere dati utili come se il suo uso impedisce l’ingresso inattivo, se fa uso della scheda grafica, o l’utente che lo ha eseguito.

Infine, vedrete un grafico simile alle schede precedenti, anche se in questo caso con dati relativi al consumo di energia. Questi dati cambieranno a seconda del Mac che avete, come nel caso dei portatili: MacBook, MacBook Air e MacBook Pro, mostrerà i dati sulla batteria, mentre sui desktop: iMac, Mac Mini e Mac Pro, mostrerà i dati sul consumo di energia della presa elettrica.

Disco

Scheda Disco per visualizzare l'utilizzo del disco rigido o SSD.

Tutte le applicazioni leggono e scrivono dati sul disco (sia HDD che SDD) ed è in questa scheda che potrete vedere le informazioni su queste letture e scritture. In particolare si può vedere il numero di byte scritti e byte letti.che può essere molto utile se si nota un uso eccessivo del disco.

Nel caso degli SSD è abbastanza difficile notarlo, poiché la velocità di questo tipo di archiviazione e il fatto che non fanno rumore lo rendono impercettibile. Con gli hard disk meccanici, però, è più facile, se un’applicazione sta scrivendo o leggendo troppo si noterà la lentezza del sistema e si sentirà anche il disco continuamente.

Come per le altre schede, in fondo a questa troverete anche un grafico con informazioni sui dati letti e scritti sul disco, sia complessivamente che al secondo.

Net

Net

Ora arriviamo all’ultima scheda di macOS Activity Monitor. In Network si possono trovare informazioni su byte inviati, byte ricevuti e anche pacchetti inviati e ricevuti. da ciascuna delle applicazioni in esecuzione sul computer.

Inoltre, potrete anche vedere il PID di ogni applicazione e quale utente l’ha lanciata. Grazie a tutte queste informazioni, sarete in grado di sapere quali applicazioni stanno utilizzando la rete (attraverso la rete locale o l’uscita da Internet).

In questo caso, la tabella alla fine mostra informazioni sui pacchetti in entrata e in uscita, così come la quantità di dati ricevuti e inviati da quando il computer è acceso.

Come usare il Monitoraggio delle attività

Ora che sai quali informazioni puoi trovare in ciascuna delle schede del Monitor attività del tuo Mac, l’alternativa al Task Manager di Windows, è il momento di imparare ad usare l’applicazione.

È molto semplice da usare. Fondamentalmente, dovete accedere ad ogni scheda, rivedere le informazioni che vi mostra e applicare il buon senso. Ad esempio, se si accede alla scheda CPU e si vede che un programma che è sempre aperto in background e non si usa quasi mai consuma un sacco di risorse, forse è il momento di pensare di chiuderlo completamente o disinstallarlo dal vostro Mac.

Dettaglio del consumo di un'applicazione

Per vedere queste informazioni in modo più chiaro è possibile utilizzare diversi strumenti disponibili nell’applicazione. Se selezionate una delle applicazioni aperte e poi cliccate sull’icona circolare con una i al suo interno, sarete in grado di aprire una nuova finestra che vi mostrerà informazioni dettagliate su quel processo.

Inoltre, puoi anche scegliere di ordinare l’elenco di ogni scheda per la colonna che ti interessa di più in un dato momento. Per farlo, tutto quello che dovete fare è clicca sulla colonna e sarà ordinato dal più alto al più basso o dal più basso al più alto se si clicca ancora una volta.

Un altro pulsante utile è la X nell’angolo in alto a sinistra. Con questa icona potete chiudere completamente e chiudere istantaneamente qualsiasi processo sul vostro computer. Basta selezionare l’applicazione che si desidera chiudere dalla lista e poi cliccare sul pulsante.

Infine, commentate il motore di ricerca Se si digita il nome di un’applicazione, tutte le altre applicazioni scompariranno dalla lista, rendendo più facile trovare un’applicazione specifica e vedere solo i suoi dettagli.

Una funzione nascosta molto utile

Activity Monitor ha una funzione un po’ nascosta, ma che può essere più che utile. Questa è la possibilità di cambiare l’icona quando l’applicazione è nel Dock per mostrare in ogni momento il consumo della risorsa di vostra scelta (CPU, disco o rete).

Grafici sul consumo di risorse nel Mac Dock

Per attivare queste icone, basta aprire l’applicazione e fare clic destro sull’icona del Dock. Una volta visualizzato il menu, vai alla sezione Icona Dock e selezionare una delle opzioni disponibili:

  • Mostra l’uso della CPU.
  • Mostra la cronologia della CPU.
  • Mostra l’uso della rete.
  • Mostra l’attività del disco.

Selezionando una qualsiasi di queste opzioni l’icona cambierà e potrete avere un grafico sempre visibile che può aiutarvi a capire cosa sta succedendo sul vostro computer.

Inoltre, cliccando con il tasto destro del mouse sull’icona si accede al menu Monitors. Da lì puoi aprire piccole finestre che rimarranno sul tuo desktop e ti mostreranno i grafici di consumo e la storia della CPU.