Chromebook batte iPad nelle vendite nel settore dell’istruzione

L’iPad non sta attraversando il suo momento migliore e ora ne arriva una nuova conferma. Per la prima volta Per la prima volta i Chromebook hanno superato gli iPad nel settore dell’istruzione.. Secondo i dati di IDC, nel terzo trimestre del 2014, Apple ha spedito 702.000 unità di iPad in questo settore, mentre Google e i suoi partner hanno spedito 715.000 unità.

Come abbiamo detto, è la prima volta che i computer portatili di Google superano gli iPad di Apple nel mercato dell’istruzione. Ci sono diversi fattori da tenere in considerazione che potrebbero aver causato questo problema.

Una delle ragioni che sembra più ovvia è che Il portatile di Google include una tastiera fisica. Questo è importante per gli studenti, soprattutto al di sopra di una certa età, quando devono inserire molto testo. Un altro motivo proviene direttamente dai dipartimenti informatici delle scuole. Sostengono che i Chromebook sono più facili da integrare nelle classi, mentre gli iPad sono molto più complessi. Infine, un altro motivo, forse il più importante, è il prezzo dei dispositivi. I Chromebook si possono trovare a partire da 199 dollari, mentre gli iPad hanno un costo più elevato, a cui in molti casi vanno aggiunti costi aggiuntivi come le custodie per la tastiera o simili.

Problemi per l’iPad nel settore dell’istruzione

È un dato di fatto che l’iPad sta rallentando le vendite. Sebbene sia stato il prodotto con la crescita più rapida nel portafoglio di Apple quando è stato lanciato nel 2010, negli ultimi tempi sta perdendo terreno. Le vendite di iPad hanno subito un rallentamento e i profitti dell’azienda derivanti dalle vendite di iPad sono diminuiti di circa il 14% nel terzo trimestre del 2014 rispetto all’anno precedente.

ipad-scuola

Apple è in difficoltà con il suo tablet. Il dispositivo ha avuto un enorme successo quando è arrivato sul mercato, ma sembra che la concorrenza e la scarsa evoluzione subita negli ultimi anni lo stiano danneggiando. È vero che l’hardware del dispositivo si è evoluto ed è ora più potente che mai, ma l’aspetto del dispositivoIl software non l’ha accompagnata allo stesso modo, il che sta portando molti a decidere di abbandonare la piattaforma..

Riuscirà Apple a ribaltare la situazione e a riconquistare in qualche modo il mercato dell’istruzione e i consumatori in generale?