Apple Watch e iPhone, i preferiti dagli adolescenti negli Stati Uniti.

Un nuovo sondaggio condotto da Piper Jaffray dimostra ancora una volta la buona salute di Apple negli Stati Uniti. L’azienda ha intervistato circa 6.500 adolescenti e le loro risposte chiariscono che, la maggioranza di loro preferisce l’iPhone e l’Apple Watch rispetto ad altri dispositivi concorrenti.

I 6.500 adolescenti che hanno partecipato allo studio avevano un’età media di 16 anni. Dalle loro risposte si evince che Il 75% dei giovani che attualmente possiede un iPhone ne comprerà uno nuovo quando sarà il momento di cambiare dispositivo.

In particolare, il 69% degli intervistati ha dichiarato di possedere attualmente un iPhone, una cifra inferiore del 3% rispetto all’anno precedente. Questo calo può avere qualcosa a che fare con la forte rivalità di aziende come Samsung, LG, Google e Motorola nel paese.

Il 75% dei possessori statunitensi di iPhone adolescenti ne comprerà un altro

L’Apple Watch esce anche piuttosto bene in questo sondaggio sul mercato statunitense degli adolescenti. In particolare Il 12% degli intervistati ha confermato di possedere uno smartwatch e di questi il 71% erano Apple Watch.. Questo rappresenta una crescita del 7% rispetto all’anno precedente, una cifra più che accettabile considerando che abbiamo visto solo una prima generazione del dispositivo finora.

Infine dobbiamo parlare dell’iPad. Il tablet di Apple, e i tablet in generale, non sono andati troppo bene in questo sondaggio.. I risultati mostrano che solo il 59% degli intervistati possiede un tablet e di questi solo il 48% dice che è un iPad. Inoltre, i giovani non sembrano essere molto interessati a ottenere uno di questi dispositivi, con solo il 13% che prevede di acquistare un tablet nel prossimo anno.

Apple Watch e iPhone 6 in un dock

Di questo 13%, la metà opterebbe per un iPad, un aumento del 2% rispetto allo scorso anno; qualcosa che potrebbe essere legato all’arrivo del nuovo iPad Pro e degli accessori come la Smart Keyboard o Apple Pencil.

Senza dubbio è curioso che l’interesse per le tavolette sia calato così significativamente.. Supponiamo che il fatto che gli smartphone abbiano schermi sempre più grandi e facciano praticamente le stesse cose dei tablet rende questi ultimi dispositivi meno necessari e utilizzati solo da un pubblico molto specifico.

È chiaro che le cifre ottenute da Piper Jaffray con gli adolescenti negli Stati Uniti non possono essere estrapolate alla Spagna.. I risultati sarebbero molto diversi, poiché qui la quota di mercato di Apple è molto più bassa, con Samsung che è il principale attore del mercato con terminali di fascia media e bassa.